STAMPA ESTERA blog

Tradurre e, traducendo, conoscere

Due commenti della stampa inglese sull’immagine mediatica di Berlusconi in occasione del terremoto

leave a comment »

presidente-elmetto

Peter Popham su The Independent commenta oggi l’azione e l’immagine mediatica del premier nella gestione del terremoto in Abruzzo. Popham registra in particolare l’abisso che ormai esiste tra la percezione che di Berlusconi hanno i media (e l’opinione pubblica) fuori dall’Italia e il largo consenso di cui sembra godere all’interno. Scrive Popham:

Dai media stranieri, le sue esternazioni apparentemente frivole sui sopravvissuti pensando alla loro condizione di senza casa come a un campeggio o consigliando loro di tenere alto il morale trascorrendo la Pasqua al mare, sono prese come altrettante violente manifestazioni dell’incontinenza verbale di Berlusconi.

A molta stampa inglese il fatto che l’opinione pubblica italiana sia ormai abituata e tutto sommato digerisca le sortite linguistiche del Cavaliere appare quasi inspiegabile; così come risulta poco comprenibile il plauso riservato anche da molti critici alla pronta mobilitazione del preisdente del Consiglio. Prevale, invece, l’attenzione agli aspetti mediatici, non a caso Popham, dopo aver rilevato che le recenti figuracce rimediate a livello internazionale avevano segnato per Berlusconi un calo di popolarità, aggiunge:

A poche settimane dalle elezioni per il Parlamento europeo, per tutta la settimana Berlusconi ha fatto in modo di dominare la copertura del terremoto da parte dei media italiani, e tuttavia è riuscito ad evitare di dare l’impressione di sfruttare la tragedia per fini politici.

Sulle “gaffe” torna anche The Times in un articolo pubblicato ieri che riporto di seguito nella mia traduzione:

Silvio Berlusconi è giunto al suo terzo distinto mandato come primo ministro italiano. Quando perse l’incarico per la seconda volta, nel 2006, il suo successore, Romano Prodi, promise agli italiani un “governo serio” —. La frase era ben pesata. Le critiche nei confronti di Berlusconi si sono generalmente concentrate sui suoi controversi affari e sullo sfruttamento della sua posizione di magnate della televisione a proprio vantaggio.

Un’altra obiezione nei suoi riguardi è la sua inopportunità. Questa settimana ha suggerito a coloro i quali sono rimasti senza una casa a causa del terremoto più devastante degli ultimi trent’anni in Italia di prendere la cosa come se si trattasse di un campeggio.

Chiamare questo consiglio indelicato farebbe correre il rischio di farlo apparire una verità enunciata bruscamente. È piuttosto una prova della cialtroneria che è una caratteristica ricorrente dell’ufficio politico di Berlusconi.

I rumorosi saluti di Berlusconi al Presidente Obama al vertice del G20, la scorsa settimana, hanno infastidito persino una figura composta come la Regina — come i giornali italiani hanno immediatamente notato. È stata, nonostante ciò, un episodio meno atroce della galanteria tentata apostrofando il neoletto presidente Obama come “abbronzato”.

La difesa di Berlusconi nei confronti delle critiche consiste nel lamentarsi che i suoi critici non hanno senso dell’umorismo. Ma è davvero difficile immaginare una qualsiasi epoca nella quale i suoi motti di spirito sarebbero stati classificate come spiritosaggini. Ha suggerito che un ottimo motivo per investire denaro in Italia sia l’abbondanza di belle segretarie. Una volta si è vantato di aver sedotto il presidente finlandese [Tarja Halonen] per assicurarsi il suo consenso per una certa decisione.

Queste osservazioni sortiscono un effetto molto peggiore che squalificare metà della popolazione. Mettono in imbarazzo i compatrioti di Berlusconi, e sviliscono il suo ufficio.

Annunci

Written by pierpaolocaserta

aprile 10, 2009 a 4:48 pm

Pubblicato su Italia, The Independent, The Times

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: