STAMPA ESTERA blog

Tradurre e, traducendo, conoscere

The Economist: il Vaticano e l’amore per la dietrologia

leave a comment »

Il gridare al ”complotto”, alla ”cospirazione” e al ”chiacchiericcio” danneggia, anziché’ aiutare, l’immagine del Vaticano nella vicenda dei preti pedofili: e’ quanto afferma in un articolo del settimanale britannico ‘Economist’ domani in edicola, che sottolinea come l’amore della cultura politica italiana per la ”dietrologia” abbia evidentemente contagiato anche i Sacri Palazzi. In tal modo, la prestigiosa testata interpreta anche le recenti dichiarazione del predicatore della Casa Pontificia, padre Raniero Cantalamessa che, citando una lettera di un amico ebreo, ha paragonato gli attacchi al Papa all’antisemitismo, e, ancora di piu’, la parole del cardinale decano della Santa Sede, Angelo Sodano, che ha tracciato un’analogia tra la ”campagna” contro Benedetto XVI a quella contro Pio XII.

”Il tentativo del Vaticano di cercare motivi reconditi (nelle notizie dei media sulla pedofilia ndr.) e’ in sintonia con la cultura politica italiana, con il suo amore per la dietrologia”, scrive l’Economist. ”Inoltre – si legge nell’anticipazione dell’articolo – la tendenza di quelli accusati nei vari scandali e’ di adottare il ruolo delle vittime. Il primo ministro italiano, Silvio Berlusconi, ha con successo usato entrambe le tattiche”. ”Nonostante le origine tedesche dell’attuale papa, molti aspetti del Vaticano ancora riflettono il paese in cui si trova. Questo – osserva il settimanale – puo’ spiegare l’incapacita’ delle sue alte gerarchie di comprendere l’irritazione, o persino la disapprovazione, che certe dichiarazioni suscitano in altri posti”.  Ad esempio, nel mondo ebraico.

(ANSA, 8/4/2010)

L’analisi dell’Economist mi trova naturalmente d’accordo, essendo del resto convergente, nel sottolineare l’assonanza tra le reazioni del Vaticano e gli stili comportamentali e di comunicazione della politica e ovviamente del premier in particolare, con quanto io stesso ho osservato di recente (si può vedere, al riguardo, il post precedente).

Credo che a questo si debba aggiungere che gridare alla cospirazione e definire “chiacchiericcio” le accuse sulla pedofilia e sulla sua copertura sia, da parte della Chiesa, non soltanto un danno per la propria immagine sempre più logora, ma anche un esercizio di cinismo del quale è difficile ravvisare precedenti.

Advertisements

Written by pierpaolocaserta

aprile 9, 2010 a 11:01 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: