STAMPA ESTERA blog

Tradurre e, traducendo, conoscere

Front National: dal voto di protesta a ‘primo partito in Francia’?

leave a comment »

FN_Guardian

Domani in Francia si vota per il primo turno delle elezioni dipartimentali (il secondo si svolgerà il 29 marzo). I sondaggi danno in testa il Front National di Marine Le Pen. Tra gli altri, “The Guardian” dedica alle elezioni un lungo articolo. Ne ho tradotti alcuni passaggi che mi sono sembrati particolarmente significativi degli umori alla base del sensibile spostamento a destra, del resto in atto da tempo, della società francese e del crescente consenso al Front National nella Francia del dopo-Charlie Hebdo, che va di pari passo con la sua “normalizzazione”. Le virgolette sono d’obbligo, visto che parliamo di un partito dell’estrema destra che, sotto la guida di Marine Le Pen, si è sforzato di mettersi l’abito pulito ma senza cambiare il nucleo delle sue posizioni: un accesso nazionalismo, le violente posizioni anti-immigrazione, il radicale antieuropeismo. Senza dimenticare, ad ulteriore e più esatta qualifica dell’indole del FN, la volontà di ripristinare la pena di morte recentemente agitata da Marine Le Pen, che ha così prontamente colto la palla al balzo dei tragici attentati di Parigi. (ppc)

Front National: dal voto di protesta a ‘primo partito in Francia’?

Angelique Chrisafis | The Guardian
19/03/2015

Nella pittoresca cittadina di Villers-Cotterêts, nella Piccardia, Sylvie Delpierre, titolare di un’agenzia immobiliare, se la ride di gusto. Da quando, lo scorso anno, è stato eletto un sindaco del Front National, formazione di estrema destra, ha la sensazione che molti acquirenti stiano abbandonando i tesi sobborghi parigini in cerca di una tranquillità semi-rurale; e, spesso, si sentono “contenti e sollevati” nel sapere chi sta guidando la città. “Sembra un clima più sereno: c’è meno tensione, vediamo in giro più pattuglie di polizia e le tasse locali sono state abbassate”.

Per Delpierre, 50 anni, c’è stato un tempo in cui votare il Front National era “un tabù, qualcosa che faceva decisamente storcere la bocca”. Sarebbe stato “impensabile” confessare ai genitori che aveva sempre votato Jean-Marie Le Pen, il rude ex-paracadutista fondatore del partito, che, a suo dire, è stato “attaccato da ogni parte” – il partito è stato criticato per le affiliazioni neonaziste e per l’antisemitismo, e lui stesso fu trovato colpevole di aver negato crimini contro l’umanità quando dichiarò che l’occupazione nazista della Francia non fu “particolarmente inumana”.

Oggi, però, ritiene che Marine Le Pen, figlia del fondatore e nuovo leader dell’estrema destra, abbia raggiunto un consenso di massa. “Soltanto il Front National può aggiustare la situazione economica e risollevare l’immagine della Francia nel mondo”, sono le sue parole. “Marine Le Pen ha classe – è la nostra Angela Merkel, una donna capace di imporsi.”

Mentre la Francia si accinge a votare, questo fine settimana, per il primo turno delle elezioni dipartimentali, il governo ha espresso preoccupazione per la crescita apparentemente inarrestabile del FN, il partito nazionalista, anti-immigrazione ed antieuropeo – che vuole uscire dall’euro, ripristinare la pena di morte, mettere un freno all’immigrazione e favorire i francesi a svantaggio degli immigrati quando si tratta di concedere benefici – accreditato del 30% circa delle preferenze al primo turno, risultando in tal caso primo partito a livello nazionale, davanti all’UMP (destra) e distaccando nettamente i socialisti attualmente al governo.

Si tratterebbe di un cambiamento notevole. Tradizionalmente, il FN ha sempre raccolto un voto di protesta che non aveva preso piede al livello dell’amministrazione locale. Ora sta mettendo radici nel Paese. E la sua nuova base territoriale spiana la strada alla candidatura della Le Pen per le presidenziali del 2017.

Link all’articolo originale:
http://www.theguardian.com/world/2015/mar/19/front-national-secret-welcome-provincial-france-elections

Annunci

Written by pierpaolocaserta

marzo 20, 2015 a 9:17 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: